About Me

Ho un mio sito, ogni tanto scrivo un articolo, mi sembra d'obbligo una presentazione!

Il mio nome l'avrai capito, è Alessandro Pezzato, e stai leggendo questa pagina perché un bel giorno ho deciso di mettere per scritto le mie idee. In questo blog trovi sia articoli di carattere tecnico, sia cose più personali. Ho avuto la fortuna di nascere con il dono della curiosità, che mi ha spinto sin da piccolo a provare, ideare, trovare soluzioni in maniera a volte poco ortodossa. Il computer mi ha aiutato ad esprimere questa mia attitudine verso l'hacking, che prima è stato un hobby, poi una professione. Ho lavorato per sette anni a Mirano (VE), in un'azienda particolare che fa cose spettacolari: Vimage. Mi sono occupato principalmente di ideare e implementare software, la maggior parte dei quali sono "giochi" tridimensionali che si interfacciano con l'utente con sensori innovativi.

Poi la voglia di intraprendere una nuova carriera si è fatta sentire e ho deciso di mettermi in proprio, diventanto consulente informatico e sviluppatore indipendente.

Quando non lavoro, vivo con mia moglie Sara e il cagnotto Dexter in quel di Noale, oppure mi butto in kayak nei torrenti assieme agli amici della 360 Gradi

Quella che si può considerare una carriera

Il mio approccio con il mondo dell'hacking e della programmazione inizia all'età di otto anni, con un mentore un po' "anomalo", visto che al tempo aveva già superato i settant'anni. Ancora non avevo il computer, ma con questo "zio" (in realtà un parente alla lontana) mi divertivo a vedere come si creano semplici programmini in Pascal, usando DOS. Al tempo c'era già Windows, ma lui preferiva la linea di comando. Come dar torto allo zio Fausto? Comunque ancora non avevo imparato a programmare, mi limitavo ad assistere.

È con l'arrivo del mio primo computer che inizo a smanettare, senza connessione ad internet, e a far disastri. Ma alla fine me la son sempre cavata: rompevo e riparavo da solo, finché si trattava di rotture software.

Devo aspettare la fine della scuola media per imparare il mio primo linguaggio. È l'html con un pizzico di javascript, che ho utilizzato per preparare la tesina per gli esami di terza media. È lì che inizia la mia carriera di programmatore. L'anno dopo ho comprato il dominio www.salamander.it e costruito il mio primo sito. Non ho un backup di quel sito, ma è ancora visibile su Web Archive, che ha la prima versione dell'Aprile 2001, e anche quella del 2002. In quegli anni usavo ASP per creare contenuti dinamici. L'avventura con salamander.it finì nel 2004. L'indirizzo scolastico che ho scelto, Liceo Scientifico PNI (dove la I sta per Informatico) non era all'altezza delle aspettative, perché di informatica se ne imparava gran poca. Ma è la passione che mi fa proseguire, da solo, nello studio della materia.

Nel frattempo avevo abbandonato Windows, per passare a Linux. Prima con distribuzioni "commerciali", come Made in Linux, Red Hat e Suse, poi nel 2003 passando radicalmente a Gentoo, che tuttora utilizzo come sistema operativo principale. Così entro approfonditamente nel mondo Linux e dell'opensource, soprattutto grazie a una distribuzione così ostica come è appunto Gentoo

Nel 2005 mi diplomo e mi iscrivo a Ingegneria Meccanica a Padova. Non scelgo una carriera scolastica nel settore informatico, per ampliare le mie conoscienze in altri settori. Lo stesso anno mi occupo della realizzazione software di una piattaforma per il controllo di taxi e Noleggio con conducente tramite smartphone e controllo gps. Utilizzo PHP e SOAP. I tempi non sono maturi e il progetto finisce per essere abbandonato prima di partire. Ma questo mi porta a conoscere Nasch, una startup di Padova che si occupa di marketing con nuove tecnologie. È lì che approfondisco le conoscenze di PHP, Javascript e Actionscript. L'avventura dura poco più di un anno e nel frattempo ho lasciato Ingegneria Meccanica, che non mi entusiasma, per iscrivermi a Economia. Questa materia mi affascina molto e la seguo con grande interesse, avendo buoni risultati agli esami, nonostante lavori part-time. Poi nel 2007 inizio a lavorare in Vimage. Sempre part-time, ma dura poco, perché c'è tanto lavoro, mi diverto e mi occupo di progetti molto interessanti. Così passo in full time e metto in pausa la carriera universitaria.

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita. Confucio

Ufficialmente l'università è ancora in pausa, ma ormai è dal 2008 che non do un esame. Ma ogni giorno imparo quello che studiando imparerei in mesi. In questi anni sono diventato un professionista del C++, ho imparato a gestire progetti, guidare un team, ideare giochi, lavorare con reti complesse, costruire siti web... per non parlare dei vari linguaggi di programmazione con cui ho avuto a che fare. Il mio curriculum non vanta titoli di studio specialistici, ma credo che quello che ho imparato e continuo a imparare abbia un grandissimo valore.

Attualmente sono consulente informatico e sviluppatore, mi occupo principalmente di C++, Linux (soprattutto embedded), ma anche di tecnologie per il web e applicazioni per il mobile.

Se ti interessa una collaborazione, puoi contattarmi tramite linkedin